Roger Home Roger
 
Home
Galleria
Le razze
Per saperne di più...
Domande e risposte
Cerco Casa
Mercatino
Appuntamenti da non perdere
Vendita
Svaghiamoci un pò...

<- Indice argomenti Anatomia e Fisiologia Generale del Coniglio

 

Classificazione scientifica

Regno: Animale

Sottoregno: Metazoi

Tipo: Vertebrati

Classe: Mammiferi

Sottoclasse: Placentati

Come già saprete in natura e nella catena alimentare il coniglio ricopre un ruolo di preda di conseguenza la sua fisiologia e psicologia si sono dovute adattare a questo ruolo.

Il coniglio ha uno scheletro leggero infatti rappresenta solo l’8% del suo peso corporeo globale mentre la sua muscolatura è ben sviluppata, queste caratteristiche gli danno la possibilità di correre veloce. Bisogna però fare molta attenzione perché se viene afferrato in modo inadeguato e per paura si divincola energicamente può con la forza dei suoi stessi muscoli provocarsi fratture o lussazioni della colonna vertebrale che portano alla paralisi.

I conigli hanno una vista eccellente che permette loro di vedere in tutte le direzioni senza dover fare grossi spostamenti con la testa, con una visione binoculare anteriore, posteriore e in alto mentre l’unico punto cieco è davanti al naso. A causa delle loro abitudini crepuscolari i conigli sono molto sensibili alla luce otto volte superiore alla nostra e nelle penombra e nelle ore del crepuscolo vedono molto meglio di noi. E i colori? Sembra che i conigli distinguano bene il blu e il verde ma non si ha la certezza.

(Approfondiremo con un articolo interamente dedicato alla vista del coniglio. Siete interessati? Visitateci!).

Le orecchie sono ricche di vasi sanguigni e hanno un ruolo importantissimo nella termoventilazione dato che i conigli non sudano usano le orecchie, che rappresentano il 12% della loro superficie corporea, per abbassare la loro temperatura. Bisogna fare attenzione quindi le orecchie sono delicate e sensibili e non vanno MAI utilizzate per afferrare il coniglio. Oltre a svolgere un compito di termoventilazione possono essere ottimi segnalatori di stato d’animo come l’attenzione, aggressività, sottomissione ecc.

Una sola razza, quella ariete, ha le orecchie incapaci di muoversi a causa della loro posizione abbassata.

(Approfondiremo con un articolo, foto e dettagli interamente dedicati alle orecchie del coniglio alle malattie e ai rimedi per guarirle. Siete interessati? Visitateci!).

I denti del coniglio costituiscono una struttura molto complessa, ad ogni lato della testa hanno due incisivi superiori e uno solo inferiore, hanno tre premolari superiori e due inferiori, tre molari superiori e tre inferiori mentre sono assenti i canini. Degli incisivi superiori se ne possono vedere solo due scostando le labbra mentre gli altri due più piccoli e in una posizione posteriore poco accessibile. Gli incisivi inferiori sono solo due e hanno la funzione di tagliare i fili d’erba. I molari e i premolari sono tutti più o meno simili e hanno la funzione di masticare e triturare il cibo. Una particolarità dei denti del coniglio è che tutti hanno una crescita continua e quindi si rende necessario che ci sia un costante consumo dei denti attraverso un’alimentazione equilibrata (Approfondiremo con uno o più articoli per una sana e corretta alimentazione), se invece la dieta è ricca di alimenti poco abrasivi si può causare una grave patologia chiamata MALOCCLUSIONE ( Chiunque abbia informazioni su questa malattia e/o come curarla non esiti a scriverci, il vostro articolo sarà pubblicato sul nostro sito con il vostro nome ) .

La cavità Toracica è relativamente piccola e ha la funzione di proteggere e contenere il cuore e i polmoni. Essendo il coniglio un animale esclusivamente erbivoro il suo apparato digerente è fortemente specializzato: l’organo più voluminoso è l’intestino cieco dove si trovano i batteri della digestione che producono molte vitamine. Una particolarità dei conigli è che sono incapaci di vomitare quindi per il corretto funzionamento dell’apparato digerente è quindi essenziale che la dieta del coniglio sia ricca di fibre, se queste dovessero mancare o essere scarse potrebbero rallentare i ritmi intestinali o agevolare lo sviluppo di batteri dannosi che potrebbero portare alla morte. E’ necessario sapere che alcuni alimenti non devono essere somministrati tra i quali dolci, pane, biscotti ecc. e comunque tutti quegli alimenti che contengono carboidrati. (Approfondiremo con un articolo illustrato, interamente dedicato all’alimentazione e all’apparato digerente del coniglio. Siete interessati? Visitateci!).

La cute è protetta dalla pelliccia più o meno folta ed è molto sottile e delicata, è priva di ghiandole sudoripare; essendo incapace di sudare il coniglio non tollera temperature alte.

Le zampette non hanno cuscinetti e sono protette solo dal folto pelo. Le dita sono 5 negli arti anteriori e 4 in quelli posteriori e sono tutte dotate di unghie non retrattili.(Approfondiremo con un articolo, foto e dettagli sulle zampette, sulle malattie e sui rimedi per guarirle. siete interessati? Visitateci!).

I maschietti e le femminuccie. I testicoli restano dentro l’addome fino a 12 settimane di età poi scendono nello scroto attraverso un’apertura addominale detto canale inguinale, questo rimane sempre aperto per dar la possibilità hai testicoli di rientrare. I conigli come i marsupiali hanno la caratteristica di avere i testicoli davanti al pene, entrambi i testicoli sono dotati di proprio sacco scrotale e quasi del tutto privi di pelo. Lateralmente alla vulva o al pene ci sono due tasche inguinali che contengono le ghiandole odorifere che utilizzano per marcare il territorio. Le mammelle sono 4-5 paia e nei maschi non si vedono. 

                                                                                                                                               


Torna agli argomenti


Approvato da mypage.it

  Logo, foto e immagini di questo sito sono protette da Copyright © - by Luca D'Avico