Roger Home Roger
 
Home
Galleria
Le razze
Per saperne di più...
Domande e risposte
Cerco Casa
Mercatino
Appuntamenti da non perdere
Vendita
Svaghiamoci un pò...

<- Indice argomenti I PARASSITI DEL CONIGLIO NANO

 

I parassiti esterni del coniglio nano possono essere di vario tipo e causare varie conseguenze a volte anche mortali.

Le più comuni sono le pulci difficili da individuare perché se disturbate possono scappare e nascondersi bene fra il pelo, però si può accertare la loro presenza dalla presenza delle loro feci che assomigliano molto a sabbiolina nerastra o terriccio fra il pelo del nostro pet. Per esser certi della presenza delle pulci basta inumidire le feci su un fazzoletto di carta da cucina, se lasciano un alone bruno allora siamo in presenza di pulci.

Oltre alle pulci, tra il pelo possiamo trovare anche gli acari del pelo che sono di due specie Cheyletiella e Leporacarus gibbus.

I conigli infestati da Cheyletiella non hanno sintomi evidenti ma essendo abbastanza comune è bene saper riconoscere i sintomi che possono essere arrossamento e prurito della pelle, il pelo poco pulito e la presenza di molte forfora, a questo punto è bene andare da un veterinario esperto che per accertarne la presenza farà uno "scotch test" e ordinerà alcune iniezioni di una sostanza chiamata "ivermectina".

Attenzione la Cheyletiella è contagiosa sia per l’uomo che per gli altri animali. State comunque tranquilli: una volta curato il coniglietto anche chi ne è stato contagiato guarirà. (eventualmente esponete il problema al veterinario e al vostro medico curante).


Cheyletiella

Cheyletiella

Il Leporacarus gibbus non dà alcun sintomo al coniglio e solitamente lo si individua durante uno scotch test (è invisibile ad occhio nudo), lo si può curare con gli stessi prodotti per le pulci.


Leporacarus femmina     Leporacarus maschio     Uovo di Leporacarus

   Leporacarus femmina

   

   Leporacarus maschio

   

Uovo di Leporacarus



Lo Psoroptes cuniculi o acaro delle orecchie causa la formazione di croste giallastre molto fastidiose nelle orecchie del coniglio, lo si può curare tranquillamente anche in stadi avanzati con iniezioni di antiparassitario detto sopra la ivermectina La Rogna sarcoptica è causata da un acaro detto "sarcoptes scarabei" , questo parassita è contagioso e pericoloso anche per altre specie di animali compreso l’uomo, infatti questo scava sotto la pelle e crea forte prurito a la conseguente comparsa di grosse croste. Inizia col colpire le zampette, intorno agli occhi e sulle orecchie ma poi si diffonde rapidamente in tutto il corpo fino a portare alla morte. Gli acari non sono facilmente identificabili ma la rogna si può diagnosticare attraverso i sintomi, se presa nel primo stadio la si può curare con iniezioni di ivermectina.


Sarcoptes Scarabei

Sarcoptes scarabei

In ognuno di questi casi è comunque bene rivolgersi immediatamente ad un veterinario esperto prima di somministrare al coniglio qualsiasi cosa.

Prodotti da NON utilizzare sul coniglio:

  • FRONTLINE causa avvelenamento
  • PRODOTTI CONTENENTI ORGANOFOSFATI tossici per il coniglio
  • BAGNI E SPUGNATURE pericolosi per le molecole usate
  • OGNI PRODOTTO NON TESTATO APPOSITAMENTE PER I PARASSITI DEL CONIGLIO


Prodotti sicuri:

  • Polveri a base di PIETRINE
  • PROGRAM ( uccide le larve e le uova è ok per lievi infestazioni)
  • STRONGHOLD o ADVANTAGE ( combatte pulci e altri parassiti, ottimo per infestazioni multiple)

Ricordati di consultare prima un medico veterinario esperto!!!!


(Foto gentilmente concesse dal med. vet. Marta Avanzi)


Torna agli argomenti


Approvato da mypage.it

  Logo, foto e immagini di questo sito sono protette da Copyright © - by Luca D'Avico