Roger Home Roger
 
Home
Galleria
Le razze
Per saperne di più...
Domande e risposte
Cerco Casa
Mercatino
Appuntamenti da non perdere
Vendita
Svaghiamoci un pò...

<- Indice argomenti ALIMENTAZIONE

Il coniglio è un animale erbivoro e in natura la sua dieta è ricca di fibra e povera di grassi e carboidrati: erba, foglie, germogli, corteccie, ecc.

Dobbiamo tenere bene in mente che la fibra è indispensabile per il benessere del coniglio perché stimola l’intestino e favorisce lo sviluppo di una flora batterica che lo protegge dalle infezioni, permette poi un adeguato consumo dei denti e inoltre previene l’obesità che è causa di molti problemi di salute e accorcia la vita del coniglio.

Erba e Fieno: L’erba fresca è l’alimento ideale, apporta gli stessi benefici del fieno ma garantisce un consumo maggiore dei denti. Se avete la possibilità lasciate brucare liberamente in giardino così gli permettete anche di fare una buona attività fisica, di divertirsi e di godere dei benefici del sole (non nelle ore più calde perché i conigli sono animali crepuscolari e soffrono il troppo sole, quindi l’orario ideale è il pomeriggio tardi quando il sole sta calando e dà meno fastidio oppure la mattina), per far ciò è necessario cautelarsi sia contro la fuga del nostro amichetto, sia contro l’attacco di altri animali come cani e gatti. Un’alternativa sarebbe quella di raccogliere l’erba, che non deve esser stata trattata con antiparassitari o altre sostanze chimiche, e lasciarla nella gabbietta togliendola quando questa appassirà ma è sempre meglio che il coniglio possa scegliere da se cosa mangiare (il coniglio sa cosa gli piace e sa cosa gli fa bene). Il fieno deve essere sempre disponibile in grandi quantità perché apporta tutti gli elementi nutritivi necessari ed è ricco di fibra. Il fieno fresco è di colore verde di odore aromatico, deve essere fresco e pulito, privo di polvere e va scartato se ci sono delle muffe. Il fieno più adatto al coniglio è quello misto di erbe (Polifita, Fieno di prato), il fieno di erba medica invece è troppo ricco di calcio e potrebbe portare dei problemi ai conigli che hanno finito la crescita.

Frutta e Verdura: La frutta va somministrata con cautela perché fa bene ma può dare problemi di obesità, non ci sono delle particolari restrizioni riguardo al tipo di frutta, ma ne parleremo in un altro articolo più approfondito. La verdura è un ottimo integratore per la dieta del coniglio, il concetto che la verdura provochi problemi intestinali è del tutto infondato. Radicchio, insalata, carote, foglie di carota, cicoria, coste, broccoli, cetrioli ecc. sono tutte verdure ottime da non dimenticarsi che prima di somministrarla va sempre ben lavata. Il cambio brusco da un’alimentazione solo secca a quella vegetariana può creare problemi, va quindi effettuato il passaggio con molta cautela e pazienza. La verdura bagnata e frasca non da problemi salvo l’erba medica e il trifoglio che a contatto con l’acqua possono causare sviluppo di gas intestinali.

Pellet e miscele commerciali: Il pellet è composto da cilindretti di fieno pressato e può rappresentare un alimento integrativo Il pellet è composto da cilindretti di fieno pressato e può rappresentare un alimento integrativo soprattutto nel periodo della crescita e della riproduzione. Un buon pellet deve contenere almeno il 18% di fibre e poco calcio, deve essere somministrato in quantità limitata 1-2 cucchiai al giorno e in caso di obesità conviene ridurre le dosi o eliminarlo completamente. Gli alimenti costituiti da miscele di semi cereali fioccati e simili sono da evitare perché sono troppo grassi contengono carboidrati e sono poveri di fibre e calcio e sono la causa principale dei problemi di salute dei conigli. Il poco calcio predispone l’animale a problemi scheletrici, l’eccessiva quantità di grasso predispone all’obesità. La mancanza di fibra e molti carboidrati causano diarrea e stasi intestinali.

Alimenti proibiti: DA EVITARE oltre a miscele e granaglie (come detto sopra) non vanno somministrati pane, biscotti, fette biscottate, grissini e simili perché hanno un alto contenuto di carboidrati e fanno male. Lo zucchero e gli alimenti zuccherati che causano lo sviluppo di batteri dannosi nell’intestino che portano alla morte, gli snack a base di cereali, frutta secca. Sono tossiche la cioccolata e le foglie e le parti verdi di patate, pomodori e melanzane.

Vitamine e sali minerali: se fornite una alimentazione adeguata il coniglio non necessita di nulla perché le vitamine le assumono il ciecotrofo direttamente dall’ano (in breve mangiano particolari “cacchette” che produce l’intestino e che sono ricche di vitamine), mentre i sali minerali sono presenti nella verdure e nei pellet. Un’eccessiva somministrazione di certi sali e certe vitamine possono causare problemi di salute.

Acqua: nella gabbietta deve essere sempre presente il beverino a goccia con l’acqua fresca e pulita tutti i giorni, il beverino va lavato ogni giorno e disinfettato almeno 2 volte a settimana. In particolar modo d’estate (anche loro soffrono il caldo) non deve mancare l’acqua fresca. Se il coniglio mangia molta verdura in genere consuma meno acqua.

Se ancora non avete soddisfatto le vostre curiosità non temete ci saranno tantissimi approfondimenti e aggiornamenti sull’alimentazione del coniglio nano, quindi visitateci e non vi deluderemo!!!


Torna agli argomenti



  Logo, foto e immagini di questo sito sono protette da Copyright @ - by Luca D'Avico